Bracciano, lago, storia e natura

In questo articolo vi porto a scoprire una zona del Lazio a due passi da Roma dove potrete immergervi non solo nell’acqua ma anche nella storia e nella natura.

Il Lago di Bracciano o Lago Sabatino si trova a nord di Roma ed è un lago di origine vulcanica con una  superficie di circa 56,5 kmq che lo posiziona all’ottavo posto  tra i laghi italiani più grandi per estensione.

Corre arrivare

In treno

Da Roma le stazioni principali collegate a Bracciano sono Tiburtina (linea metro B), Ostiense (linea  metro B), TrastevereSan Pietro e Valle Aurelia ( linea metro A). Da queste stazioni potrete prendere la linea FR3 direzione Viterbo o Bracciano, e scendere alla stazione di Bracciano che si trova proprio al centro del paese.

In autobus

Da Roma potete prendere i bus Cotral che vi condurranno fino al paese che partendo dalla stazione di Saxa Rubra. Per gli  orari potete consultare il sito cotral spa.

In aereo

Dall’aeroporto Leonardo da Vinci  potete prendete la linea del treno FL1 che lo collega a molte stazioni come Trastevere, Tuscolana e Tiburtina dalle quali  potrete raggiungere Bracciano prendendo la linea FR3. Potete cercare gli orari dei treni sul sito Trenitatalia .

Se noleggiate un’auto prendete l’autostrada A12 Roma-Civitavecchia, dopo circa 34 chilometri uscire a Cerveteri-Ladispoli. In seguito prendere la SP/4Via Settevene Palo per 16 chilometri fino a  raggiungere Bracciano.

In auto

da Roma Nord:

Avete due possibilità potete prendete il GRA, (Grande Raccordo Anulare ), seguendo le indicazioni per Firenze poi prendete l’ uscita 4 Trionfale/Cassia,  tenete sempre la destra e  seguite le indicazioni per Bracciano per circa 25 chilometri.

 La seconda possibilità  consiste sempre nel prendete il GRA, ma dovrete prendere  l’ uscita 5 Cassia Veientana (Cassia bis) verso Viterbo. Dopo circa 15 km uscite a Cesano. Seguite le indicazioni per Stazione di Cesano e poi per  Osteria Nuova. Dopodiché proseguite sula Braccianese  e continuare per circa 16 km fino a Bracciano.

 da Roma Sud:

prendete l’autostrada A12 Roma-Civitavecchia, uscite a Cerveteri-Ladispoli. In seguito prendere la  SP/4Via Settevene Palo per 16 chilometri fino a  Bracciano.

Castello Odescalchi

Il Castello è un edificio imponente che risale al Quattrocento, un vero e proprio luogo in cui perdersi tra le meraviglie medievali presenti all’interno.
La sua costruzione iniziò nel  1470, sotto la guida dell’architetto Francesco Di Giorgio Martini e venne ultimata nel 1485. Il Castello fu commissionato da Napoleone Orsini completato sotto la guida del figlio Gentile Virginio. Essendo in una posizione strategica, fu oggetto di varie  dispute familiari, famosa quella tra i Colonna e i Borgia. Nel 1492 il Papa esponente della famiglia Borgia lo confiscò. A partire da questo periodo l’interno del il castello venne affrescato  con dipinti che rappresentavano la vita quotidiana. Solo nel 1848 Livio Odescalchi riuscì a riscattarla e a tornare proprietario dell’intero edificio.

Castello Odescalchi Bracciano – Bracciano, lago, storia e natura

Il museo

Castello Odescalchi- Sala delle armi


 Oggi una parte del castello è adibita a museo visitabile. Il museo è composto da  ben 20 le sale in cui muoversi per poter ammirare tutte le bellezze, con i cortili reali che sono stati inseriti nel percorso per poter rendere la visita unica e incredibile. Tra le cose più interessanti e particolari da ammirare troviamo la sala Gotica e la sala delle Scienze. Da non perdere la visita alle antiche cucine. Oltre a ceramiche e mobili potrete ammirare i  busti dei dodici Cesari, che raffigurano gli imperatori romani ed al secondo piano le armi.

Castello Odescalchi- Sala Delle Scienze

Info Utili

Il castello è aperto durante l’ora solare  dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle  ore 17.00 il sabato e la domenica fino alle 18.00. Da aprile a fine ottobre l’orario di accesso si prolunga di un’ora.

Sabato, domenica e festivi potrete fare, compresa nel prezzo del biglietto, una visita guidata ad orari prestabiliti.

Il biglietto intero costa 8.50 euro mentre il ridotto 6 euro ed è riservato ai bambini tra i 6 ed i 12 anni, ai gruppi di 25+, studenti universitari con tesserino, militari e over 65 anni.

Gratuito per bambini da 0 a 5 anni. Per maggiori informazioni vi consiglio di visitare il sito ufficiale del Castello Odescalchi.

Museo storico dell’Aeronautica Militare

Il Museo si trova a Bracciano precisamente a  una frazione chiamata Vigna di Valle. Qui nel 1908 è stato costruito il primo dirigibile militare italiano e la  più antica infrastruttura aeroportuale italiana. Al suo interno potrete ammirare  80 velivoli ed una cospicua collezione di motori e cimeli aeronautici di vario genere che raccontano, in sequenza cronologica, la storia del volo militare in Italia e quella degli uomini che ne furono protagonisti. Se avete dei bambini ne rimarranno affascinati.

Museo storico dell’Aeronautica Militare – Bracciano, lago, storia e natura

Info Utili

Il museo è aperto dal martedì alla domenica durante l’ora solare dalle ore 9.00 alle ore 16.30, durante l’ora legale l’orario di accesso si prolunga di un’ora.  L’accesso al museo è gratuito. Vi consiglio di consultare il sito ufficiale del museo per eventuali variazioni. 

Indirizzo: Aeroporto “Luigi Bourlot”, Strada Circumlacuale, snc – Loc. Vigna di Valle, Bracciano (Roma)

ll Parco Naturale Regionale di Bracciano-Martignano

E’ il terzo per grandezza  dei parchi regionali del Lazio, Ne fanno parte i borghi di Anguillare Sabazia, Bassano Romano, Bracciano,, Campagnano di Roma, Manziana, Monterosi, Oriolo Romano, Sutri, Trevignano Romano e una parte del XX Municipio di Roma.

Il Lago di Bracciano e il Lago di Martignano coprono circa un terzo della superficie totale dell’area protetta; la cintura di colline che circonda le sponde dei laghi arricchisce la varietà del paesaggio.

Il parco comprende il territorio di antichi vulcani, oggi nascosto sotto la fitta vegetazione e in parte modificato dagli agenti atmosferici e dall’azione dell’uomo.

Nella zona di Bracciano ci sono vari percorsi che potrete fare:

Il bosco di Santo Celso

Si trova sulla riva del lago  di Bracciano, è composto da cerri, alberi ad alto fusto ed è un’area molto frequentata in estate dai bagnanti. Lungo le rive vi è anche la nidificazione del cigno reale ed in estate, a volte, è possibile avvistare mamma cigno che nuota con i suoi piccoli.

Le Cascate di Castel Giuliano 

Sono uno dei siti naturalistici più incontaminati di questo  territorio. Qui potrete vedere  acque limpide e una vegetazione rigogliosa, Se siete amanti della natura non potete perdere l’occasione di farci una  passeggiata e volendo anche un favoloso  picnic immersi tra i boschi.

Le Cascate di Castel Giuliano 

Info Utili

Potete raggiungerlo percorrendo  la via Braccianese fino all’incrocio dove ha sede la Scuola di Artiglieria; poi girate a sinistra e seguite le indicazioni per Castel Giuliano.

Il sito è sempre aperto e l’entrata è gratuita. Sono ammessi gli animali.

Leggete anche le altre proposte di viaggi

Seguiteci su Instagram

Lucysp

2 pensieri su “Bracciano, lago, storia e natura

  1. Sul Lago di Bracciano sono stata solo ad Anguillara, dove vive una mia amica. Mi sono sempre ripromessa di continuare l’esplorazione del Lago. Mi piacciono le cascate di Castel Giuliano!

  2. Non ho mai visitato il Lago di Bracciano ma essendo un amante dei laghi, devo prima o poi riuscire ad organizzare un tour anche qui. Grazie delle info perché conoscevo proprio poco di questa zona.

Rispondi

Torna in alto
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: